In occasione del Fuorisalone 2018, Dnd presenta un evento ospitato presso lo showroom Lualdi, nel cuore del Brera Design District: “L’architettura per le mani”.
Coinvolgere degli architetti, che non si erano mai – o poco – occupati di design, per progettare una maniglia: questa la sfida immaginata da Dnd, su un’idea di Giulio Iacchetti – direttore artistico dell’azienda bresciana –, proposta a cinque studi di origine italiana e molto attivi a livello internazionale.
Stefano Boeri Architetti, Alfonso Femia, Maurizio Varratta, Cino Zucchi e 967 Arch hanno lavorato per mesi insieme a Giulio Iacchetti e ai responsabili di Dnd per arrivare a definire cinque nuove maniglie che declinano il “progettare” in cinque modi differenti.
In occasione del Fuorisalone, le maniglie progettate dai cinque studi vengono presentate – completate dalle porte Lualdi che ogni architetto ha selezionato – in un allestimento di Francesco Librizzi.

Blend è una maniglia nata dalla volontà di combinare forme elementari, cilindro e rettangolo, nella ricerca di un equilibrio complessivo ma soprattutto di una immediata e percettiva iconicità. Lavorare sui contrasti e sulla semplicità rappresenta sempre una sfida impegnativa se trasferita nel design di un prodotto, tanto più in un prodotto come la maniglia. Il cilindro e il rettangolo, dilatati nella dimensione e nella percezione, rappresentano il lavoro sull’impugnatura e sulla rosetta, in una combinazione inedita e di facile percezione, una reinterpretazione di forme compiute.
I dettagli sul cilindro sono volutamente spigolosi, per ottenere un aspetto più tecnico, mentre la rosetta rettangolare costituisce un richiamo a forme della memoria, quando la piastra veniva usata per dare una maggiore importanza alla porta.
In questo modo si esce dalla classica dicotomia tra maniglia “tonda” e “quadrata”, senza ricorrere a un eclettismo formale fine a sé stesso. È infatti la combinazione tra maniglia e porta il traguardo finale, ossia una lettura complessiva del progetto: una combinazione dove entrambi i componenti possono contribuire a una riconoscibilità immediata. Le finiture proposte , oltre alle tradizionali, prevedono una smaltatura bianca, rilettura in chiave contemporanea della maniglia di porcellana, e una con finitura anodizzata antracite, dal sapore più tecnico e materico.

For the FuoriSalone 2018, Dnd presents an event hosted at the Lualdi showroom, in the heart of the Brera Design District: “Handling Architecture.”
To involve architects who have never – or seldom – worked on product design, asking them to create a handle: this is the challenge imagined by Dnd, based on an idea of Giulio Iacchetti – artistic director of the Brescia-based firm – suggested to five firms of founded in Italy but also very active on the international scene.
Stefano Boeri Architetti, Alfonso Femia, Maurizio Varratta, Cino Zucchi and 967 Arch have worked for months together with Giulio Iacchetti and the Dnd staff to create five new handles that approach the “project” in five different ways.
During the FuoriSalone, the handles designed by the five studios will be presented – mounted on Lualdi doors selected by the architects – in an installation by Francesco Librizzi.

Blend is a handle based on the urge to combine basic forms, a cylinder and a rectangle, in pursuit of an overall balance and above all an immediate perceptive impact. Working on contrasts and simplicity is always a difficult challenge  when it is transferred to product design even more so when the productis a handle, for which the stylistic refinement of the form has already been endlessly approached. The details of the cilynder are intentionally angular, to obtain a more technical look, while the rectangular plate represents an appeal to the forms of memory, when such parts were used to give a strong image to doors. This device makes it possible to get away from the standard classification of “round” and “square” handles, without suggesting formal eclecticism as an end in itself. The final objective, in fact, is the combination between handle and door, i.e. an overall intertpretation of the project: a combination where both partscan contribute to achieve immediate recognition. Besides the traditional finishes, the handle comes in white enamel, a contemporary reinterpretation of porcelain handles, and in an anodized anthracite version for a more technical and materic look.

Project type
Client
  • Dnd
Date
2018
Status
Completed